Lorem ipsum dolor sit amet, conse ctetur adip elit, pellentesque turpis.

Invocation

Benvenuto     Telefono +39 339 20 90 978     Seguici

  • Nessun prodotto nel carrello.

Invocation

€0
Insegnante:
Recensioni:

Dettagli corso

Corso per amatori

Max 10 partecipanti SU SELEZIONE

insegnanti: Fulvio Maura e Fabrizio Lobello

Long Form

 

Invocation!!

No, non si tratta di un’escamazione e nemmeno di una canzone di Celentano.

Parliamo di un format ispirato a quello messo in scena per la prima volta nel 1967 dal genio improvvisativo di Del Close, e successivamente strutturato grazie al contributo di Charna Halpern, come strumento formativo dell’iO di Chicago, una delle scuole improvvisative più prestigiose al mondo.

Fulvio Maura e Fabrizio Lobello, avendolo potuto studiare insieme agli esponenti statunitensi della scuola stessa, ci proporranno una long form ispirata ai meccanismi improvvisativi attuati nel format originario, dove l’attore e la sua ispirazione vengono messi al centro dello spettacolo, costruito come un continuo volano di suggestioni e nuove idee… Un modo differente di concepire l’improvvisazione, tutto da scoprire!

All’interno di questo percorso impareremo a conoscere la long form com’è tutt’ora insegnata nell’iO di Chicago. Passando per strade sconosciute, lavoreremo su concetti come group mind e game of the scene, per poter assimilare ogni nuova capacità in maniera organica e far si che rimanga parte del bagaglio dell’improvvisatore anche al di fuori del format stesso.

 

 

E’ previsto uno spettacolo alla fine del modulo.


 

Hai letto bene, 1+1 questa volta fa 3!

Si perché i due moduli precedenti sono pensati per essere liberi ed indipendenti, puoi decidere se seguire il primo o il secondo, ma sono anche pensati come un corso che unito può darti nella totalità un valore aggiunto:

 

Entrambi sono accomunati da una cosa, un mattoncino fondamentale, che per è fatto della stessa sostanza. Long e Short sono la stessa cosa nel momento in cui sono costruite con il medesimo approccio alla scena.

Perché se non si tiene conto di questo bit di unione e si punta tutto sulla storia, tralasciando il valore della scena, a volte si può creare uno strano paradosso:

  1. La SHORT FORM per alcuni diventa il bignami di una long form, cioè una storia lunga che deve essere zippata, in cui ogni improvvisatore si sente in dovere di pensare ed agire in modo velocissimo. Risultato: si va in affanno, si perde lucidità e le scene sono piene zeppe di proposte.

 

  1. La LONG FORM ,al contrario, per alcuni diventa una short form dilatata, la velocità rallenta oltre modo, la brillantezza viene meno. Risultato: molte scene non dicono nulla, sono solo condite da uno stile recitoso.

 

Riportare il focus sulla scena e sul momento aiuta a dissolvere questo paradosso, e ad uscire dal rischio di far diventare l’improvvisazione teatrale solamente una parodia di qualcos’altro o un esercizio di stile, insomma un’arte senza una propria identità.

Proponiamo un percorso che vi porterà a semplificare il vostro approccio all’improvvisazione puntando dritto al divertimento condiviso; e che vi darà gli strumenti per passare in modo fluido, senza strappi, dalla short alla long e viceversa.

Recensioni

Our course begins with the first step for generating great user experiences: understanding what people do, think, say, and feel. In this module, you’ll learn how to keep an open mind while learning.

0 Rated 0 out of 0 Valutazioni

5 stars 0

4 stars 0

3 stars 0

2 stars 0

1 stars 0

User Registration

You don't have permission to register

Reset Password